Centrifuga e Centrifugati – Il benessere a portata di tutti

Si sta diffondendo sempre di più la sana abitudine di consumare centrifugati fuori e dentro casa.Il perché è facile da spiegare: il centrifugato è una bevanda gustosa, colorata, fresca e ricca di elementi nutritivi e sostanze naturali che contribuiscono all’ottimale stato di salute psico-fisica. Per poterla gustare è necessario disporre di frutta e verdure fresche di stagione e della centrifuga: un elettrodomestico pratico e dalle ridotte dimensioni che è entrato ormai nelle cucine di molti italiani e in quelle di molti bar e ristoranti. Le centrifughe variano per prezzo, potenza, portata e qualità costruttiva, con una chiara distinzione tra quelle domestiche e quelle professionali.

I benefici del centrifugato

Durante tutto l’anno, ma soprattutto d’estate, è corretto e necessario integrare la propria dieta con una fonte continua di liquidi, vitamine e sali minerali. Tutti questi elementi si possono trovare facilmente nella frutta e nella verdura, alimenti che a non tutti piacciono e che spesso devono essere trasformati per riuscire a farli assumere ai bambini. Inoltre per gli sportivi, e in caso di diete drenanti e dimagranti, le quantità da consumare sono notevoli, e difficoltose da rispettare a causa del volume complessivo di cibo da ingerire e del tempo che ci si impiega.

La soluzione giusta per concentrare tutte le preziose sostanze nutritive, le proprietà e gli enzimi contenuti nella frutta e nella verdura è la centrifuga. In un unico bicchiere di succo puro, separato completamenteCentrifugato frutta e verdura dalla polpa, dalle fibre e dalla buccia, è possibile racchiudere un intero piatto dei nostri vegetali preferiti, combinandoli tra loro a seconda delle caratteristiche organolettiche per sperimentare mix di colori e di sapori sempre nuovi. Risiede nell’abilità di chi prepara la capacità di dosare il dolce, l’amaro, l’acido, il salato, il piccante, con la possibilità di aggiungere tocchi gustosi inserendo radici come lo zenzero o spezie come la cannella.

La centrifuga si configura come strumento ideale anche per chi ha deciso di abbracciare una dieta vegana o vegetariana: dosando nel modo giusto i vari ingredienti che andranno a comporre il centrifugato e aggiungendo alla bisogna grassi e proteine attraverso latte, proteine in polvere, tofu, soya, si otterrà un alimento davvero completo, in grado di costituire un pasto sano, leggero, nutriente e, nelle giornate calde d’estate, rinfrescante.

Come scegliere la centrifuga

Innanzitutto cominciamo dicendo cos’è la centrifuga: un elettrodomestico, che consuma quindi corrente, composto da un motore di potenza variabile, un cilindro per l’inserimento di frutta e verdura, una vaschetta dotata di lama e rete di separazione che girando tritura i vegetali e separa il succo dalla polpa e un contenitore per gli scarti. Il funzionamento è semplice, si tagliano la frutta e la verdura in pezzi delle dimensioni idonee ad essere infilati nel tubo e lasciando la buccia (è necessario pelare solo gli agrumi in ragione del loro rivestimento molto amaro, che può rovinare il gusto di tutto il centrifugato) e si premono i pezzi nella vaschetta con un apposito strumento. La vaschetta poi viene fatta girare a varie velocità, dipendenti dal motore e dal tipo di alimenti inseriti, e al suo interno la lama sminuzza finemente gli ingredienti; sfruttando appunto la forza centrifuga che preme i vegetali contro le pareti della vaschetta, dotate di rete/filtro, si separano le fibre e gli elementi solidi dal succo, che contiene tutte le proprietà nutritive. A questo punto il liquido scende all’interno del nostro contenitore, bicchiere o brocca che sia, mentre la polpa viene convogliata in un cassettino per poi essere buttata o riutilizzata in sfiziose ricette. Pulire la centrifuga dopo l’uso è pratico e veloce, dal momento che gli elementi che la compongono sono facilmente smontabili e tutti inseribili nella lavastoviglie.

In commercio esistono vari tipi di centrifughe, in diverse fasce di prezzo, qualità e potenza. Per un uso occasionale esistono anche accessori associabili ai comuni robot da cucina, ma per chi dovesse decidere di farne un uso intenso sarebbe meglio optare per un oggetto dedicato. Le centrifughe sono compatte ed occupano poco spazio nell’arredamento della cucina, e a seconda della quantità di frutta e verdura da centrifugare si possono scegliere varie dimensioni della vaschetta centrifugatrice; poi dalla potenza del motore dipende il numero di giri che la centrifuga è in grado di raggiungere, e di conseguenza la quantità di succo estratta dalle fibre, riscontrabile dalla loro secchezza nel contenitore. Infine un altro elemento discriminante è la qualità costruttiva: le centrifughe professionali ma anche quelle domestiche di alto livello sono realizzate in acciaio, per garantire una pulizia più profonda e semplice e una durata nel tempo di gran lunga maggiore rispetto a quelle in plastica.

Fonte: Centrifuga Magimix

 

Lascia un commento